Skip navigation

Annunci

proviamo a vedere come si elencano in homepage e come rispondono i formati 

qui proviamo senza immagine nel corpo dell’articolo ma con immagine in evidenza

con formato video

prova vimeo

Alexandra Catiere Opening: “

Our friend Alexandra Catiere’s opening, MMX at POBEDA Gallery in Moscow. Click ‘Read More’ for additional images.

(Via Dossier Journal.)

Loopzilla è una netlabel che tratta dj mix realizzati solo con tracce uscite su netlabel free. La seconda uscita del 2009 è stata realizzata da Frenzy Shit. Si tratta di minimal e tech-house abbastanza ballabile.

“Your Love” è una canzone che può essere considerata l’inizio della house music. E più precisamente della Chicago house. Non fu stampata su vinile, ma diffusa su nastri. Nel tempo è stata colonna sonora di un videogame e di un film. All’unanimità tutti l’attribuiscono a Frankie Knuckles, ma in realtà il vero autore di questo brano è Jamie Principle. Frankie ha avuto solo il merito di divulgarla potenziata ad un pubblico più vasto durante i party al Warehouse. L’inizio di una leggenda.

Un ritorno spettacolare quello di Roger aka Fabrizio Maurizi dj al Cassero di Bologna. Un dj set di tre ore (di cui qui ne riporto solo due) gustosissimo, che è ruscito ad infiammare il dancefloor come nessun altro artista era riuscito prima nella nostra serata. Buon ascolto!

registrazione effettuata al Cassero gay lesbian center – Bologna – il 13/12/2008

estratto dal libro: 

“IO,DJ”

musica, moda, stili di vita. Perché il mondo è diventato una gigantesca pista da ballo?

di Claudio Coccoluto e Pierfrancesco Pacoda

[ed. Einaudi, 2008]

La coca cola dovrebbe davvero sponsorizzare party di questo tipo

Coke should really sponsor party like this.

Mi trovavo al Matis dinner club di Bologna quando una ragazza mi consegnò questo dj set. L’autore stava lavorando e mi fu descritto come troppo timido per consegnarmelo personalmente. Comunque era un demo come tanti, e per giunta era molto difficile andar oltre la coltre che il locale si trascina appresso da tempo immemore: un club borghese, devoto al commerciale e con qualche stravaganza house affidata ai classici della consolle e dell’organizzazione. Insomma, non certo il tempio della sperimentazione e dell’avanguardia. Era il 2003, ben cinque anni fa, Roger mi offrì un gin tonic e io ascoltai i due dischi (perché mi consegnarono due dj set, l’altro verrà pubblicato prossimamente) appena rientrato a casa. Rispetto a ciò che circolava in città in quel periodo era decisamente un sound che si distingueva. Ho tentato dei paragoni al momento, ma l’unico giudizio che riuscii a dare era che quel mixato sapeva farmi ballare. Al mattino ascoltai per la seconda volta i demo e chiamai Roger per fissargli una data al Cassero. Lo conobbi così, il resto è storia.

I was at Matis dinner club in Bologna when a girl handed me this dj set. The author was working and he was described as too timid to consign it personally. However it was a demo as many other, and moreover it was very difficult to go beyond the blanket that the club drag below itself since long time: a bourgeois club devoted to commercial music and with some extravagance house entrusted to the classics of the consoles and promoters. In short, certainly it was not the temple of experimentation and avangarde. It was 2003, five years ago, Roger offered me a gin tonic, I listened the two discs (because I recieved two dj set, the other will be published soon) just returned home. Compared to what was the scene in town at that time was definitely a sound very different. I tried comparisons at the moment, but the only judgement that I was able to give was that the mixed made me a dancer. In the morning I listened for the second time the demo and I called for Roger to fix him a gig @ Cassero. I knew him in this way, the rest is history.

Un anno fa circa due producers tedeschi mi hanno chiesto di mettere la mia voce su una loro traccia. Questo è il risultato di un’oretta di lavoro in studio con il mio amico Pezzo. Ovviamente quando l’hanno ascoltata mi hanno detto che avevano abbandonato quel progetto. Invece di dimenticarlo in un archivio ho preferito pubblicarlo qui con il titolo originale che mi avevano suggerito. Ho trascorso un po’ di serate a fare il vocalist in disco. Ma in studio è un’altra cosa. Quel pomeriggio mi aiutò solo una bottiglia di vino rosso. Ho usato questa traccia come colonna sonora di un report fotografico di una lunga notte a Bologna. Godetene!

A year ago two German producers have asked me to put my voice on their track. This is the result of an hour working in the studio with my friend Pezzo. Obviously, when they heard it, told me they had abandoned that project. Rather than forget it in an archive I preferred publish it here with the original title they suggested for. I spent some nights making vocalist in clubs. But in studio is another thing. That afternoon only helped me a bottle of red wine. I used this track as soundtrack of a photo report of a long night in Bologna. Enjoy it!